Lt. Col. Reginald R. Venable - 312 D.R. SQ.

 

Questo lotto di materiale cartaceo vuole raccontare una piccola parte di una storia svoltasi tra la Tunisia e l'Italia nel 1943 e 1944.

Il protagonista fu un militare americano di nome Reginald R. Venable, che prestò servizio nell'United States Army Air Force, durante il secondo conflitto mondiale.

Cercherò quindi di potervi elencare meglio che posso questa storia, facendo affidamento alla mie ricerche e alle fonti che ho reperito.


Lt.Col. Reginald R. Venable

Lt. Col. Reginald R. Venable
Lt. Col. Reginald R. Venable

Il proprietario di questo lotto composto da documenti e fotografie (del quale sono venuto in possesso) apparteneva al Tenente Colonello Reginald R Venable, classe  1899 originario della Virginia più precisamente della città di Farmiville.

Si laureò al Virginia Military Institute e alla National University Law School a  Washigton.

 Lavorò per un primo tempo alla "Aetna Casualty Insurance Company", nel Connecticut (ancora oggi presente).

 

Entrò nelle forze armate all'età di 43 anni, nel 1942 molto probabilmente con il grado di Capitano e fu arruolato all'interno dell'aviazione americana.

 

 

Nello specifico entrò in forze nel 312th Depot Repair SQ. del 41th Air Depot Group all'interno della 15th Air force impegnata nel teatro Europeo.

 

Il 312th Depot Repair Sq.

Ma chi era esattamente lo squadrone 312th?

Questo gruppo non era altro che un raggruppamento di militari specializzati che poteva variare da un minimo di 30 ad un massimo di 500 persone, i quali erano sostanzialmente manutentori.

Il principale scopo di un "depot repair" (tradotto magazzino di riparazione) era esattamente quello di mantenere in assoluta efficienza (in questo caso) ogni velivolo a loro assegnato. 

Questo significava un grande lavoro di squadra e competenza, poiché non si trattava solo di effettuare l'ordinaria manutenzione di questi aerei, ma anche fornire riparazioni e recupero degli stessi sulle basi da combattimento, nonché la gestione e rifornimento degli armamenti. 

Ora, immaginatevi per un'istante un B-17 appena tornato da una missione, dove  è stato oggetto di fuoco contraereo e che torna alla base "zoppicante" e crivellato di fori.

Ecco, da qui aveva inizio tutto il lavoro dei meccanici ed operatori per portare nuovamente in volo la fortezza volante, nella maggiore sicurezza possibile ma anche nel minor tempo possibile, perchè ogni velivolo era estremamente importante che rimanesse sempre in attività. 

Reginald sotto ad un Dakota c-47
Reginald sotto ad un Dakota c-47

 Il Capitano Venable venne alzato di grado nell'estate del 1944 (in Italia) e divenne Maggiore ed ispettore amministrativo del 312th Depot Repair SQ.


L'inizio in Algeria

Come precedentemente accennato Reginald iniziò la sua operatività in Algeria e poi in Tunisia, nelle basi aeree alleate del Nord Africa, impegnate nelle numerose incursioni aeree sulla penisola Italiana.

Difatti molte foto che sono pervenute ritraggono molti paesaggi e scene di questi luoghi. 

Le foto che vedete qui sotto (come tutte le altre) sembrano proprio derivare da un suo album fotografico di ricordi, che sicuramente non sarà completo, ma contiene abbastanza informazioni per poter avere un ordine razionale.

Un documento interessante ci viene anche da questa bellissima V-MAIL.

In primo momento credevo fosse stata realizzata da Reginald in persona ma poi, leggendo mittente e destinatario sono rimasto spiazzato, non è sua. 

Ma allora perchè è finita nei suoi ricordi di guerra?

Con certezza non lo posso sapere. 

Ma se notate l'esaminatore della censura fu proprio Reginald, ma per qualche motivo la v-mail non sembra mai essere stata recapitata, ma tornò indietro per essere rimandata al mittente (sul retro riporta la scritta "return") .

Forse proprio qui non tornò mai al suo proprietario ma rimase a Reginald.

La V-mail raffigura una scena nella città di Oran ed è datata 20 dicembre 1943.

La ragazza sulla biciletta potrebbe proprio essere la "Miss. Rosie Vassallo" la destinataria della lettera, inserita simpaticamente nel contesto Algerino. 

Le altre foto qui sopra sono quelle che ho catalogato come quelle della Tunisia, con foto di cammelli, qualche scena di vita da campo, località di interesse storico e momenti si svago giocando a baseball.

ITALIA 1944 - GIOIA DEL COLLE AIR BASE

Da qui ha inizio l'ultima serie di fotografie che ritraggono Reginald in Italia. 

Dopo la presa della base aerea di Gioia del Colle (Bari) da parte dell' Ottava Armata britannica nell'ottobre del 1943 venne affidata anche alla 15th Air Force.

Proprio qui Reginald con il suo 312th D.R. Sq. trovò la sua nuova sede operativa, molto probabilmente ad inizio 1944.

Questo è un piccolo diploma rilasciato dalla "scuola della Croce Rossa" di Gioia del Colle al Maggiore Venable.

L'artigianale documento attesta che terminò un corso di italiano di 12 giorni con una condotta molto buona. 

Un attestato davvero inusuale e direi più unico che raro da trovare.

Proprio durante la sua permanenza nella base aerea fu scattata da un reporter dell'esercito americano questa strepitosa foto. 

Reginald primo a sinistra
Reginald primo a sinistra
La pubblicazione sul giornale, 1944
La pubblicazione sul giornale, 1944

In questa fotografia d'archivio possiamo vedere Reginald immortalato assieme a tre aviatori con alle loro spalle un B-17.

Questo B-17 rinominato tramite un disegno nose art "Virginia Gentleman" voleva indicare la provenienza del suo intero equipaggio dallo stato del Virginia.

 Dal testo di giornale emerge che che durante un giro di ispezione del Maggiore, si ritrovò a scambiare alcune parole con loro, scoprendosi anche lui con le stesse origini di provenienza di quel gruppo.

Così fu scelto di fare questa foto tutti assieme e mettertela a disposizione per la pubblicazione che avvenne su di un quotidiano il 10 settembre del 1944, della quale Reginald conservò una copia nel suo album di ricordi.

 

Il testo sul retro della foto :

"Quattro Virginia Gentleman in Italia.

  Maggiore Reginald R. Venable, Tenente Robert Baughker e Tenente Arthur Freeman e Tenente  N.C. Dalton, "four Virginias"

Le foto in Italia

Le restanti fotografie scattate in Italia, ci mostrano come Reginald abbia potuto nei momenti liberi visitare qualche città Italiana, come Napoli e Roma.

 

Proprio in queste foto a Roma due sono molto interessanti.

 

Una ritrae il PAPA PIO XII e l'atra dei paracadutisti francesi del 1st Parachute Regiment hunters.

Conclusione

Terminano qui le foto ed i documenti in mio possesso.

Una curiosità che ho trovato durante le mia ricerca riguarda l'aereo "Virginia Gentleman".

Quest'ultimo dopo aver prestato servizio con l'equipaggio della Virginia, fu riassegnato ad altro personale del 301st Bomb Group - 353rd Squadron.

Il suo nuovo equipaggio volò con lui per più di 29 missioni, riuscendo alla fine della guerra a riportalo funzionante nuovamente negli Stati Uniti. 

Ma l'equipaggio ricorda che quando gli fu assegnato tale velivolo, nessuno rimase contento delle condizioni in cui versava.

Questo a causa dei troppi rattoppi e anche per un ala più bassa rispetto all'altra, ma ad ogni modo lo presero per paura che potesse capitare un areo peggiore. 

Per lo più nessuno di questi veniva dalla virginia e quindi non apprezzarono mai a pieno l'esatto perchè di quel dipinto di nose art.

Il Maggiore Venable fu promosso al finire della guerra come Tenente Colonello e mori nel 1974.

Riposa ad oggi nel cimitero di Arlington National Cemetery.