Le foto che fermano il tempo... parte 2/2

foto bombe a farfalla in italia

La  foto è la numero 179 di un lotto di 300 foto che furono scattate dagli operatori del 47th Bomb Group durante la loro attività nella Seconda Guerra Mondiale. 

Questa che vediamo è abbastanza particolare ed interessante, nella quale vediamo molto chiaramente 3 addetti che stanno svolgendo operazioni di caricamento di bombe a farfalla (butterfly bomb M83) in grappoli da 9 pezzi all'interno dei contenitori-serbatoi M29 Cluster Bomb da circa 230kg ciascuno, pronti ed armati per essere sganciati. 

La fotografia è stata scattata a Grosseto, dove vi era una base alleata dalla quale partivano aerei per raid notturni.

Anche se non sono riportate date chiare, dalla vegetazione e dal periodo di utilizzo di questa bomba in Italia, dovremmo essere attorno ai primi mesi del 1945.

Ironicamente la foto è stata catalogata con il titolo "Butterfly for smiling Albert" (riferito al Generale tedesco Albert Kesserling).

La foto chiaramente non fu l'unica stampata, ma questa è originale dell'epoca, tanto ché furono inviate assieme a tutte le altre al 1st. Lt. Air Corps Ted R. Forsythe che fu impiegato con la 86esima Bomb Squadron nel 47 ° Bomb Group, spedite nel dicembre del 1945.


Foto Operazione Avalanche

La foto ci mostra soldati americani intenti a sbarcare dai loro LCVP (Landing Craft, Vehicle, Personnel) sulle spiagge di Salerno il 9 Settembre 1943 nell'operazione denominata "Avalanche" (valanga.) sotto il fuoco delle bombe nemiche.

Questa immagine rappresenta una chiara conferma dell'utilizzo della propaganda fotografica americana dell'epoca .

Infatti questa operazione fu iniziata e portata a termine nel pieno della notte (lo sbarco iniziò alle 3:30) quindi non coincide con le condizioni di luminosità ambientale della foto, scattata forse al mattino in quanto pare esserci la bassa marea.

Ciò non significa che la foto sia falsa, ma al contrario mostra una ricostruzione ad uso propagandistico dell'operazione, cosi come la descrizione sul retro realizzata ad arte.

Ad ogni modo la foto è veramente bella, quasi sembra di essere su una spiaggia della Normandia durante il D-Day.

La foto è stata scattata da Charles Corte, famoso fotografo che collaborò anche con Robert Capa.

datata 24 Settembre 1943.


Baita alleata

Curiosa foto, che immortala due soldati alleati non americani, ma presumibilmente francesi intenti a terminare un baraccamento o meglio come viene chiamato nella descrizione una "baita", interamente costruita con pezzi di casse e tubi di cartone portamunizioni. 

La foto viene datata a Marzo 1944,  forse scattata a Cassino o zone limitrofe.


Alle porte di Roma

Questa celebre fotografia (originale d'archivio) fu scattata attorno al 4 Giugno 1944 alle porte di Roma, prossima alla completa liberazione dall'esercito tedesco.

Con alto orgoglio il Generale Mark Clark comandante della (5a Armata) assieme a Keyes MajGen Geoffrey (comandate II corpo) posano davanti alla insegna della Capitale, dopo duri scontri.

Sul retro troviamo la descrizione e il un timbro del "Allied Information Services".

Il Generale Clark nelle sue memorie di guerra ricorda cosi la presa della città: "Non solo desideravamo l'onore di prendere la città, ma ritenevamo di meritarlo...non solo volevamo diventare il primo esercito dopo quindici secoli a prendere Roma da sud, ma volevamo che la gente del posto sapesse che era stata la 5ª Armata a compiere l'impresa".