Guide, cartine, manuali...

Phrase book "German"

Dizionario tascabile con traduzione in tedesco, di parole e frasi. 

Datato 30 novembre 1943.


Phrase book "French"

Dizionario tascabile con traduzione in francese, di parole e frasi.

Datato 28 settembre 1943.


Language guide "French"

Questo librettino stampato dal dipartimento di guerra di Washington datato 21 giugno 1943 conteneva un introduzione generale alla lingua straniera non conosciuta dal soldato, in questo caso alla lingua francese.

All'interno sono riportate le indicazioni per una corretta pronuncia e la struttura di utilizzo del libricino, oltre a questo ci sono le traduzioni delle parole di più facile uso militare e di aiuto e prime informazioni.

A differenza del libretto "Phrase Book" il quale è certamente più approfondito di dettagli, diciamo che questo Language Guide doveva fornire più introduzione generale alla lingua sconosciuta al soldato.


Phrase book "Italian"

Dizionario tascabile con traduzione in italiano, di parole e frasi.

Datato 16 settembre 1943.


Language guide "Italian"

Questo librettino stampato dal dipartimento di guerra di Washington datato 2 giugno 1943 conteneva un introduzione generale alla lingua straniera non conosciuta dal soldato, in questo caso alla lingua italiana.

All' interno sono riportate le indicazioni per una corretta pronuncia e la struttura di utilizzo del libricino, oltre a questo ci sono le traduzioni delle parole di più facile uso militare e di aiuto e prime informazioni.

A differenza del libretto "Phrase Book" il quale è certamente più approfondito di dettagli, diciamo che questo Language Guide doveva fornire più introduzione generale alla lingua sconosciuta al soldato.

Proveniente dagli States.


piccola guida italiana-inglese

Molto inusuale questo language guide che solitamente notiamo come piccolo dizionario traduttore inglese-italiano, il quale veniva fornito ai soldati usa per meglio interpretare la lingua italiana.

Mentre questo è l'esatto contrario, è un italiana-inglese, stampato e prodotto sempre dal dipartimento di guerra americano nel 1944.

Anche la tipologia di Technical Manual come così la sua colorazione è esattamente uguale alla serie (di due libricini) dedicata alla traduzione della lingua italiana.

Non ho trovato maggiori informazioni sulla sua diffusione, ma già leggendo al suo interno l'introduzione all'utilizzo, si capisce per chi possa essere stato sviluppato. 

Era indirizzato con tutta probabilità a tutte quelle persone che dovevano in qualche modo collaborare con gli americani stessi, quindi anche civili italiani con ruoli di guida o con autorità ma anche come aiuto a tutti i soldati italiani cobelligeranti.

Possiamo trovare traduzioni di piccole frasi di utilizzo quotidiano ma anche moltissime di utilizzo militare.

Essendo una "introductory series" ha 67 pagine totali.

A questo segue il Technical Manual  TM-30-803 "frasario italiano-inglese" da 106 pagine.


pocket guide to france

Questa guida tascabile a differenza di molte altre (di questa tipologia) non riporta nessuna data di pubblicazione. 

Edita per il dipartimento di guerra e quello della marina americana, puntava a dare un quadro completo al soldato pronto per il suo arrivo nel territorio francese nel Giugno '44.

Nelle prime pagine c'è un breve riassunto della situazione dell'allora occupazione delle truppe germaniche nel territorio con l'auspicio finale della liberazione e della presa della Francia che viene denominata come "keystone of freedom". 

Le pagine seguenti come al solito illustrano alcuni usi e tradizioni della popolazione con cose da non fare o da evitare, mentre al centro esatto dell'opuscolo abbiamo una mappa dell'intero Stato. 

Al termine alcune parole e frasi di uso comune tradotte. 


soldier's guide to sicily

Questa è sicuramente una delle guide più ricercate e famose. 

Si tratta della guida del soldato della Sicilia, edita nel 1943 in occasione dell'Operazione Husky (10/07/1943), stampata dal "The Printing and Stationary Service M.E.F." sia per i soldati Americani che Britannici.

La guida puntava a dare una rappresentazione generale di quello che era la Sicilia di quegli anni, preparando il soldato a ciò che si sarebbe potuto trovare di fronte a se, con una popolazione dagli usi e costumi radicalmente diversi.

Nelle prime pagine vi troviamo una prefazione del Generale Eisenhower.

Contiene informazioni che variano dal clima, "caldo e secco con vento di scirocco", la presenza di zone paludose ai cui i soldati dovevano fare attenzione a non contrarre la malaria.

E ancora, descrizioni della popolazione, sui cibi presenti dalla frutta ai "spaghetti-macaroni family with tomato sauce" al pesce come sardine e tonno, alle olive e olio ecc... 

Mette molto in guardia per le condizione sanitarie che vengono descritte come "primitive e inadeguate" e quindi pericolose elencando malattie come tifo,dissenteria,brucellosi ecc.. 

Oltre a questo discorso generale di spaccato sociale, porta una descrizione delle principali città, con dati demografici, valore monetario della Lira, sistemi di misurazioni in uso e nelle ultime pagine varie foto delle città.

Alla fine del libretto invece era presente la mappa intera di tutta la Sicilia, che spesso è mancante perchè i soldati la portavano con se anche senza il libretto. 

Qui abbiamo due versioni a confronto:

-VERSIONE CHIARA: è una delle prime versioni stampate a Maggio '43 ed è leggermente più alta della versione azzurrina ed ha un totale di 14 pagine.

-VERSIONE AZZURRINA: stampata un mese dopo quella chiara a Giugno '43 è leggermente più piccola ed ha un totale di 16 pagine.


"Captured"

Questo libro è stato scritto durante la Seconda Guerra Mondiale dal Dipartimento di Guerra per l'assistenza ai prigionieri di guerra.

Contiene tutte le linee guida dei diritti ( Convenzione di Ginevra) e doveri in caso il soldato venga fatto prigioniero.

Questo opuscolo è stato distribuito a tutti i soldati che sbarcarono in Normandia, per far si che conoscessero i loro diritti in caso di cattura da parte del nemico.

Elemento indispensabile nello zaino del paracadutista caduto in territorio nemico.

Davvero molto interessante e raro.

Datato 14 maggio 1944.


A soldier's guide to Emilia

Altro piccolo libricino-guida questa volta dell'Emilia.

Stampato dal reparto d'informazione ed educazione del MTOUSA, acronimo di "Mediterranean Theater of Operations, United States Army" molto probabilmente attorno ad inizio 1945, ma non ho fonti sicure, anche se sul retro compare un "2-45".

E' abbastanza rara da trovarsi, essendo una delle poche guide del "nord italia" realizzate. 

Raggruppa al suo interno tre città: Bologna-Ravenna-Ferrara, realizzato con foto e piccole e sintetiche cartine, con i luoghi culturalmente più interessanti con annesse descrizioni storiche di queste zone.

46 pagine in totali.

Proveniente dagli States.


a Soldier's Guide to Naples

Piccolo libricino organizzato e stampato dal reparto di informazione ed educazione del MTOUSA, acronimo di "Mediterranean Theater of Operations, United States Army".

La guida è composta da 47 pagine, all'interno ripiegata in più parti trova posto una cartina di Napoli con i punti più importanti della città.

Questo voleva fornire al solato una guida dettagliata del paese, dai punti d'interesse turistico a quelli informativi riservati alle truppe Americane come i vari punti PX oppure logistici per quanto riguardava le funicolari, treni chiese per pregare ecc.. 

Il libretto si presenta nominativo, infatti al suo interno è annotato un indirizzo con il nome e numero di matricola del soldato che lo possedeva, un nativo Polacco. Stampato presumibilmente verso la fine 1944 inizio 1945.


a soldier's guide to umbria

Altra guida del soldato,questa volta della Regione Umbria. 

Edito dal reparto d'informazione ed educazione del MTOUSA, acronimo di "Mediterranean Theater of Operations, United States Army" .

A differenza delle altre, questa non presenta date di stampa. 

Sulla copertina troviamo la navata (chiesa superiore) della Basilica di San Francesco ad Assisi e subito dopo poche pagine la classica introduzione e la sintetica storia culturale della regione. 

Nelle pagine successive le descrizioni delle principali città: Perugia, Assisi, Orvieto.

Altra guida non facile da trovare. 

Non presenta scritte o altri segni di utilizzo.


A soldier's guide to Florence

Piccola guida per il soldato, per la scoperta delle meravigliose opere d'arte di Firenze, contiene numerose foto e in ultimo ancora incollata la cartina della città, non facile da trovare completa.


a Soldier's Guide to Rome

Altra piccola guida tascabile della città di Roma che veniva distribuita ai soldati nella capitale.

Pubblicato direttamente dalla Allied Control commission, Italy.

Nelle prime pagine troviamo una premessa del Generale Harold Alexander, comandante delle forze alleate in Italia.

Le restanti pagine ci illustrano le principali opere d'arte e monumenti di Roma e la sua storia dall'antichità.

Completa della sua cartina che spesso i soldati staccavano per portarsela con se.

42 pagine totali.

Ritrovato in Italia.


pocket guide to north africa

Piccola guida tascabile composta da 43 pagine, edita dal "Special service division, service of supply USA" .

Contiene al suo interno le principali informazioni che potevano essere utili al soldato americano durante la campagna del Nord Africa (1942-1943).

Nello specifico, troviamo piccoli paragrafi molto condensati sulla cultura di queste zone:

della popolazione del luogo, alle città, alle religioni, al cibo, al rapporto con le donne fino al profilo igienico-sanitario nell'Africa settentrionale.

Nelle ultime pagine sono riportate alcune traduzioni in arabo-inglese delle espressioni più utili e una lista di cose che si possono fare e di quelle che non di devono fare, per conservare un rispetto reciproco all'interno del paese in cui si sosta, dagli usi e costumi molto diversi, a cui non si è abituati.

Una nota curiosa che possiede questo libretto è che al contrario di tutte le altre guide del genere, presenta numerose raffigurazioni a colori, mentre negli altri sono sempre in bianco e nero.

Stampata dal U.S.Government printing office.


SILENCE MEANS SECURITY

Questo minuscolo opuscolo composto da sole 6 pagine  fu edito dal dipartimento di guerra nel Marzo 1944.

Voleva fornire tramite semplici indicazioni e semplicissime parole,  le linee guida che doveva mantenere il soldato americano rientrato dalla guerra all'interno della vita civile.

In questo modo l'esercito cercava di far capire al G.I. che la sicurezza non finiva con la fine della guerra in se, ma continuava anche in patria nella quale si doveva mantenere comunque un certo "segreto", anche con le persone più vicine senza mai raccontare troppi dettagli perchè secondo l'ufficio per la gestione delle emergenze le informazioni udite provenienti dai soldati restituiti sono una delle fonti più importanti di informazioni per il nemico.

In copertina troviamo la famosa raffigurazione di un soldato americano stilizzato ammutolito da una mano "americana" divenuto famoso nello slogan pubblicitario durante tutta la seconda guerra mondiale di  "il silenzio significa sicurezza".

Non presenta nessun titolo ma solo il No. 20-10.

Inusuale.


aircraft recognition guide

Questa guida tascabile è stata rilasciata dal Dipartimento di guerra il 15 Ottobre 1943.

Era indirizzata a tutti i singoli soldati, per poter conoscere ed accrescere il loro stato di cultura sul riconoscimento degli aerei americani, alleati e nemici.

Nella guida è specificato il perchè della creazione del libretto e che è cosa fondamentale per il soldato il saper riconoscere subito un aeromobile, onde evitare falsi ed inutili allarmi o cosa ancora più grave, il fuoco amico sui propri velivoli. 

Il libretto è composto da 35 pagine in cui si susseguono i vari modelli, come ad esempio : Masserschmitt ME 109F, P-51 Mustang, B-25 Mitchell, Junkers JU88, Macchi C202, Mosquito, Douglas A-20, Lancaster ecc...

Piccola ed essenziale, provenienza Italiana.

Misura 12x8 cm.


Mission accomplished

Questo opuscolo composto da un totale di 22 pagine fu pubblicato nel 1945 da parte del servizio d'informazione ed educazione del MTOUSA, acronimo di "Mediterranean Theater of Operations, United States Army".

Racconta in vari e sintetici paragrafi la vittoria in Africa, Sicilia e nel continente, le vittorie degli alleati fino al completamento con successo della Campagna D'Italia.

Non sono menzionati ed elogiati i soli soldati americani ma anche tutte le altre truppe di appoggio dagli arabi agli indiani ai francesi ai sudafricani, afro-americani ecc..  questo come prova che persone di diverse razze, nazionalità e religione possono unirsi e combattere assieme per il bene comune.

Vi troviamo moltissime fotografie e cartine dei vari movimenti degli alleati, mentre nell'ultima pagina la rappresentazione completa di tutte le conquiste con date e reparti interessati nell'intero territorio Italiano.

Il libro è dedicato a tutti coloro che hanno perso la vita in azione.

Particolarità di questo esemplare è di essere stato siglato sul retro dal PVT Charles R. Beck di stanza nella 10th Mountain Division, qui sotto il suo report del NARA.


"Army Song Book"

Piccolo libricino contenente le canzoni dell'esercito Americano durante la Seconda Guerra, pubblicato da parte della "segreteria di guerra" nel 1941.

Pezzo proveniente dall'Inghilterra.


Bibbia militare

Piccola Bibbia tascabile pubblicata dalle forze armate, per i soldati di religione Cattolica.

Ben conservata, riportante la data del 6 marzo 1942.

All'interno non vi ho trovato scritte.

Di ritrovamento in Italia, con qualche ma e qualche forse, può aver partecipato alla Campagna statunitense d'Italia. 


mappa fifth army 48th engr. c.b. italy

Quella che vediamo qui sotto, rappresenta una mappa utilizzata per identificare le sole principali strade di un determinato luogo. 

Nel nostro caso la mappa raffigura l'intero centro Italia, da Napoli a Roma.

Questo tipo di cartine erano preparate ed utilizzate direttamente per il corpo dei genieri.

Nello specifico quella in mio possesso è stata realmente utilizzata durante la Campagna D'Italia, difatti possiamo notare come molte città e piccoli paesi siano stati cerchiati a penna.

Inoltre anche lo stato della carta è estremamente vissuto dando una vera idea di "combat".

Sul retro troviamo invece i dati del suo proprietario: il Caporale Herman Elisha Smith numero di matricola 38159057, classe 1906, nativo del Texas.

Il CPL Smith era inquadrato all'interno del 48th Engineer Combat Battalion.

Nella foto in bianco e nero proveniente dal libro dei ricordi del 48th ECB vediamo la foto di gruppo, in cui appare CPL Smith, purtroppo veramente poco chiara.

Herman Elisha Smith è venuto a mancare il 21 luglio 1966, riposa nel cimitero di Fort Parker Memorial Park.


Mappa army/air Sheet12 Verona 1943

Mappa scala 1:250000  "1st edition army\air" di Verona.

Da come vediamo dalle foto  sono presenti le province di Mantova,Modena (es. Mirandola), riportante la data 1943, anno dello sbarco degli alleati in Sicilia.

Molto probabile quindi che la stampa sia stata dedicata all'operazione Husky con una tiratura di 45000 copie, come riportato sulla carta stessa, assieme ad altre zone d'Italia.

Non presenta alcun segno di usura, non è stata mai usata.


timbri a pressione americani

Questo set composto da 6 timbri provengono da un palazzo nel paese di Jesi (Ancona) dove sono stati rinvenuti nella soffitta proprio durante quest'anno (2018).

Lo stabile a fine dell'estate del 1944 molto probabilmente fu uno di quei tanti edifici che furono occupati poiché requisiti dagli alleati, in questo caso americani. 

Solitamente si trattava di case temporaneamente abbandonate dai civili a causa dei bombardamenti, dove una volta ritornati vi ritrovano la zona stessa requisita.

A quest'ultimi venivano spesso date in modo temporaneo altre stanze dove poter soggiornare in attesa dello smantellamento dell'occupazione militare alleata. 

In questo caso, quel palazzo ospitò per un breve periodo degli uffici provvisori americani ed ecco spiegato il motivo del ritrovamento di questi vecchi timbri. 

Presumibilmente visto il ritrovamento assieme di tutti e sei i pezzi, potrebbero essere appartenuti al soldato Caporale/ Technician 5th grade John Clement Radoslovich classe 1919, originario del New Messico e arruolatosi nell'USAAF. 

Proprio questo è quello che è riportato su uno di questi timbri che comprende anche il suo Army Serial Number 18068034.

Risulta essere venuto a mancare il 2 giugno 1982 e riposa nel cimitero Nazionale di Santa Fe nel New Messico.

Con tutta probabilità Radoslovich rivestiva un ruolo amministrativo all'interno delle forze armate nella gestione di documenti, ordini, spedizioni e similari, durante la Campagna D'Italia.

A rafforzare questa tesi, anche il report del NARA riporta la sua mansione civile come cassiere/contabile.

Nel particolare gli altri timbri contengono: 1943 - secret - emergency - file temporary - restricted .

Da notare come nel timbro personale di Radoslovich sia appositamente lasciato libero il posto del numero dell'Army Post Office, che veniva aggiunto sul documento a penna a seconda del luogo.

Sono tutti interamente realizzati in legno, i più piccoli con la basetta metallica.


Mine per matite "Scripto"

Pacchettino porta mine di grafite per matite con astuccio in legno .

La Scripto è stata fondata ad Atlanta, GA nel 1923 ed era conosciuta come Società MA Ferst.

E 'stato uno dei principali fornitori di grafite grazie alle sue cave.

Come si vede dalle foto contiene ancora delle mine originali. 

Marcato reg.us.pat.off

Articolo presente sulla guida del collezionatore vol.2 pag.88