Attestati, monete, card Identity, salvacondotti...

yellow seal dollar " Short snorter "

Quello che abbiamo qui sotto si potrebbe definire una specie di "short snorter"

alternativo. 

In origine i veri short snorter si creavano con i nomi dei soldati o aviatori che firmavano le banconote dei propri compagni ed equipaggi a vicenda. 

Al contrario questa banconota è stata solo riempita di ben 25 paesi e città italiane del Sud Italia che il soldato ha attraversato. 

La banconota utilizzata è una Yellow Seal Dollars ovvero una moneta d'occupazione creata appositamente per l'invasione della Sicilia.

Ciò che contraddistingue questo biglietto da 1 dollaro da quelli "veri" dell'epoca è il bollino giallo, al posto di quello blu di serie.  

In questo modo, se grossi quantitativi di moneta fossero finiti in mano al nemico si sarebbero dichiarati non regolari. 

I paesi elencati sono: Golfo di Salerno - Eboli - Campagna - Contursi - Piedimomente Matese (ex Alife) - Quaglietta - Calabritto - Lioni - Sant'Angelo Lombardi - Castelfranci - Taurasi - San Mango sul Calore - Paternopoli - Frigento - Grottaminarda - S.Giorgio del Sannio - Benevento - Campolattaro - Campobasso - Ponte - Fragneto Moforte - Castelvenere - Telese - San Salvatore Telesino - Amorosi

Purtroppo non potremo mai sapere esattamente in che unità prestò servizio il proprietario del biglietto, ma ciò che resta è sicuramente un oggetto con una patina e un vissuto incredibile, che racconta a suo modo una piccola parte dello Sbarco a Salerno.


tROVA IL QUINTO MAIALE

Questo particolare volantino è stato ideato e distribuito durante la Seconda Guerra Mondiale da parte degli Stati Uniti D'America. 

Rappresentava una delle tante forme di propaganda atte a deridere l'immagine di Hitler e di conseguenza il nazismo. 

Quello che colpisce è la genialità di creazione nella sua semplicità.

Il foglio di misura 23 x 16 cm raffigura (aperto normalmente) l'immagine di 4 maiali. 

Se ripiegato nel modo corretto però farà apparire il volto di Hitler dall'espressione grottesca e stanca. 

Al centro il foglio riporta " To find a fifth one fold as indicated".

C'è da dire che sono state prodotte più versioni di questi foglietti, per quanto riguarda la stampa delle scritte.

Troviamo volantini per i francesi, polacchi, italiani e come in questo caso anche per gli americani stessi, per una massima diffusione. 

Non cosi comune da trovare e vedere. 


SICILY GAZETTE 

Piccolo libricino (15x22cm) edito dall'A.M.G.O.T. acronimo di "ALLIED MILITARY GOVERNAMENT of OCCUPIED TERRITORY" e stampato a Palermo da Industrie Riunite Editoriali Siciliane (I.R.E.S.) datato 17 settembre 1943.

Questo è la versione No.2 preceduta dalla No.1 e seguita della No.3 che non erano altro che lo stesso libricino ma con successive integrazioni.

Contenevano in versione bilingue (italiano e inglese) tutta una serie di legislazioni riguardanti più argomenti come ad esempio:

-Tribunali di guerra Alleati e le loro procedure;

-Reati contro le forze alleate;

-Infrazioni del codice penale italiano (processato direttamente dal Governo Alleato);

-Multe collettive;

-Pene di morte a seguito di reati contro le forze Alleate;

ecc...

Tutte sottoscritte per l'entrata in vigore dal Generale Alexander.

La pubblicazione mirava a regolamentare tutta la popolazione durante l'occupazione Alleata, venendo utilizzato come una sorta di vademecum per gli uffici Alleati e quelli civili palermitani,  mentre copie sotto forma di manifesti venivano affissi sui muri della città per la popolazione.

Pezzo proveniente direttamente da Palermo.


Volantino ai cittadini di Roma

Volantino alleato stampato presumibilmente a fine Maggio 1944, poco prima dell'entrata delle truppe Americane a Roma.

Questo volantino "rilasciato" su ordine del Generale Britannico Alexander, mirava a diffondere semplici istruzioni e preparare tutti i cittadini romani, affinché l'entrata dei soldati Americani ed Inglesi fosse il più possibile sostenuta e facilitata.

Si invitava così i cittadini a collaborare per preservare la città, le centrali telefoniche, telegrafiche ma anche zone sensibili come ponti o linee ferroviarie che potevano essere distrutte dal nemico in fuga.

Abbastanza raro da vedere.


Perchè morire per Hitler?

Famoso ma raro volantino anglo-americano distribuito nel 1943 prima e durante lo sbarco in Sicilia, tramite aviolanci sulle linee italiane.

Con questi sistemi di volantinaggio propagandistico, la propaganda alleata aveva colto nel segno il suo obbiettivo, nel far capire alla popolazione e soldati ormai stanchi che la guerra non lasciava più illusioni con un regime che da li a poco tempo avrebbe portato il paese al collasso.

Intenso di significato, con poche parole riassume nel profondo la situazione di quel periodo.


Volantino della R.A.F.

Ecco un altro volantino non comune da vedere, tantochè facendo su Google qualche ricerca non ho trovato molte notizie su questo pezzo di carta.

Questo volantino è databile attorno al 1943 presumibilmente lanciato in Sicilia, il quale avvisava la popolazione che ben presto a causa delle scelte fatte da Mussolini, le zone dei porti e aree produttive per scopi bellici sarebbero state colpite da bombardamenti Anglo-Americani.

Si avvisava così la popolazione civile ad allontanarsi da queste zone pena pericolo di morte, dando in questo modo anche un quadro completo della situazione Italiana, esponendo le ragioni di tali scelte da parte degli Alleati.

Estremamente bello e particolare, stampato su carta molto leggera.

Misura 10x13,5cm


Salvacondotto USA

Salvacondotto USA che veniva letteralmente sparato con colpi di cannone oltre le linee nemiche, ben visibili i segni di bruciatura dovuti al colpo.

Notare le varie traduzioni sul retro .

Furono stampate diverse grafiche di questi biglietti.

Nella foto, soldati americani preparano le granate con i biglietti.


Moneta Giapponese d'occupazione

50 Sen Giapponesi in moneta d'occupazione americana, molto usati, con bella patina.


Monete Italiane 5-10Lire d'occupazione

5 e 10 lire Italiane in moneta d'occupazione Americana, datati 1943.

Chiamate anche "AmLire".


Moneta Italiana 100Lire d'occupazione

100 Lire Italiane in moneta d'occupazione Americana (AmLire), datati 1943.

Interessanti sono le scritte riportate sul retro del biglietto, sono tutti cognomi di soldati, poiché vi era un'usanza molto comune tra i militari americani che era quella di trascrivere tutti i cognomi dei militari componenti il reparto oppure l'equipaggio di un aereo o carro armato, su monete come queste o anche dollari.

Lo scopo era sia scaramantico ma anche pratico, per poter ricordare i componenti originari dell'unità qual'ora qualcuno fosse caduto in azione e rimpiazzato da altri soldati.

Un sistema che potremmo definire "anti-iella" inventato dai soldati per non ammettere a se stessi che la vita e la morte in guerra sono legate da un sottile filo di giunzione.

 Naturalmente il sistema era poco tollerato dai superiori, che invece sostenevano di legarsi poco a questi sistemi da "amuleto" e che ciò che conta in guerra per restare vivi è soltanto il buon addestramento.

Provenienti dagli States.


Opuscolo messa solenne per gli Alleati in Italia

Piccolo pieghevole stampato in Italia, per la celebrazione di una messa solenne di ringraziamento per le truppe Alleate Cattoliche, in occasione delle vittoria e della fine dei conflitti in Europa.

La dicitura infatti "....of V. E. Day" sta per Victory in Europe Day.

Datato 13 Maggio 1945, contiene in prima pagina quelli che sembrano essere una serie di Reverendi sia Americani che Inglesi, forse partecipanti alla cerimonia.

Al suo interno invece un'omelia concentrata su quelli che erano i punti principali della funzione, con riferimenti all'ultima cena di Gesù Cristo.

Nell'ultima pagina oltre al testo di un canto religioso, troviamo anche L'inno Americano.

Volantino particolare.