· 

22 anni di Salvate il soldato Rayn 1998

Proprio ieri ho voluto postare una foto su Instagram che vi riporto subito qui sotto:

Una fotografia che rappresenta un oggetto per me ricco e denso di ricordi. 

Si è una semplice cassetta VHS del glorioso film "Salvate il soldato Ryan".

Ora, partendo dal presupposto che già nel 2020 nominare VHS o cassetta ci riporta indietro nel tempo come non mai e sono sicuro che lettori molto giovani (qual'ora ci fossero) forse non conoscerebbero nemmeno questo formato, questo cimelio ha già 22 anni!

Mi ricordo come fosse ieri, ve lo giuro!! Avevo 8 anni nel 1998.

Era un sabato pomeriggio e all'interno di un Ipercoop dell'Emilia giaceva sugli scaffali questo film, che già aveva fatto parlare molto di se a tal punto da entrare nella mia testa fin da quella tenera età. 

Molestai talmente tanto mia mamma che (seppur costasse cara in vecchie lire!!) alla fine si sentì obbligata a comprarmela. 

Mai fino a quel momento ero stato più contento di portarmi a casa un film che era tutto per me e anche vietato ahahah! 

Ma quanto la passione è innata non c'è età che tenga. 

Forse l'avrò visto 20, 30, 40, 50,60,70, forse 100 volte.

Ma non importava e non importa ancora oggi, perchè ogni volta che lo guardo è come se fosse la prima volta e ritrovo sempre qualche dettaglio che prima non aveva mai osservato. 

E' molto più di un film, ha alimentato la mia passione e fatto capire ancora prima del collezionismo che la guerra è una brutta, terribile cosa.

Ora in questi giorni siamo (qui in Italia) chiusi a casa per questo dannato Coronavirus o Covid-19 e non c'+ cosa più bella che potersi rivedere ancora una volta questo dannato film e pensare che in fondo nella disgrazia, non abbiamo pallottole che ci piombano addosso a ritmo di MG42. 

Questa cassetta si merita un posto di tutto rispetto all'interno di una delle mie vetrine, assieme alle reliquie belliche.

Scrivi commento

Commenti: 0